Monthly Archives: novembre 2018

Il “modello tedesco”, 17 anni dopo la liberalizzazione della prostituzione

E’ stato un onore incontrare la dottoressa Ingeborg Kraus, psicotraumatologa di fama internationale, da anni impegnata a fianco delle donne prostituite per l’abolizione del sistema prostituente. Ingeborg Kraus ha conseguito un dottorato in psicologia con specializzazione in comportamentismo. Membro della Società Tedesca di Psicotraumatologia, la Società Tedesca sul Trauma e la Dissociazione e la Società Europea per la sindrome da stress post traumatico. Ha pubblicato numerosi articoli sul Trauma come fattore d’ingresso nella prostituzione e tiene conferenze su questo tema in vari paesi mondiali. In seguito all’indifferenza dimostrata dalla comunità internazionale durante la Guerra nell’ex Jugoslavia non ha voluto rimanere immobile e ha deciso invece di rendersi utile. È stata impegnata sul fronte umanitario dal 1994 fino al 2003 in Bosnia e nel Kosovo. Unavolta rientrata in Germania ha lavorato in varie cliniche di salute mentale specializzate in psicosomatica e dipendenze. Dal 2012 ha aperto uno studio di counselling psicoterapeutico a Karlsruhe. Ha curato più di 1000 donne, tra queste, molte vittime di prostituzione. La dottoressa Kraus ha lanciato l’appello degli psicologi Tedeschi esperti sul trauma contro la prostituzione (http://www.trauma-and-prostitution.eu/der-appell/)ed è la co-fondatrice del Gruppo “Stop Sexkauf”, ha lanciato la petizione internazionale per abolire la prostituzione in Germaniahttps://www.change.org/p/sexkauf-bestrafen-prostitution-abbauen. Ingeborg ha fondato il gruppo “Scienziati per un mondo senza prostituzione” che ha sede a Karsruhe in Germania, un Gruppo di esperti sulla salute (medici, psicologi e traumatology) che offrono assistenza medica e psicoterapeutica alle donne in prostituzione. Questo Gruppo ha redatto un manifesto nel quale si dichiara che la prostituzione è umiliante, degradante e una violazione dei diritti umani universali, che è un atto di violenza e che perpetua la violenza nella vita delle donne. In altre parole non esiste alcuna “prostituzione buona”. Il Gruppo chiede una legge che attribuisca la responsabilità agli uomini insistendo su un approccio legale che penalizzi i compratori di sesso perchè dicono sono stanchi di dover “riparare le donne’” mentre c’è una politica che incita gli uomini a “distruggere le donne”. Il manifesto è stato firmato dai più celebri e più influenti psicologi esperti sul trauma in Germania. L’obiettivo è quello di informare sulla realtà della prostituzione e i suoi effetti dannosi sulla salute, informare sugli effetti disastrosi di una legge che regolamenti la prostituzione, attirare l’attenzione sulla presenza e la voce degli esperti sulla salute che sono in diretto contatto con le vittime della prostituzione: condividere la propria esperienza clinica così come i testi e gli studi scientifici sulla prostituzione. Continue reading